cassefortistore logo

Furti nelle palestre, normativa e conseguenze

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
I lucchetti sono utili contro i furti nelle palestre

Le palestre, le piscine e i centri fitness sono responsabili dei furti che avvengono al proprio interno. In particolare, sono responsabili quando i ladri sottraggono i beni custoditi all’interno degli armadietti.

Le palestre devono risarcire del danno le vittime dei furti. I cartelli che recitano che la struttura declina ogni responsabilità non hanno nessuna valenza giuridica.

Al contrario, se la sottrazione avviene per colpa del cliente (ad esempio, se lascia il portafoglio su una panchina) o per una causa di forza maggiore, la struttura non è tenuta a risponderne. Un esempio di causa di forza maggiore può essere una rapina.

CHE COSA DICE LA LEGGE SUI FURTI NELLE PALESTRE

Si applica l’articolo 1786 del codice civile, che estende alle palestre, alle piscine e, in generale, ai centri fitness gli obblighi previsti per le strutture ricettive in materia di deposito (1783 e seguenti).

L’articolo 1786 recita: “Le norme di questa sezione si applicano anche agli imprenditori di case di cura, stabilimenti di pubblici spettacoli, stabilimenti balneari, pensioni, trattorie, carrozze letto e simili”.

E il sito Brocardi.it spiega: “Per stabilire quali ipotesi siano assimilabili si deve considerare che la norma è volta a proteggere colui che non può tenere con se uno o più oggetti, ad esempio bagagli, quando usufruisce di un servizio. Pertanto se ne esclude l’applicabilità, ad esempio, alla consumazione al bar fatta in piedi.”

Di conseguenza, quando un cliente entra in una palestra, la direzione diventa responsabile dei suoi oggetti e dei suoi effetti personali che si trovano all’interno della struttura.

Anche la Corte di Cassazione, nel 2009, ha stabilito che “che l’utilizzo dello spogliatoio di un centro sportivo secondo il corretto intento degli utenti assolve normalmente alla esigenza di ottenere la custodia degli indumenti depositi dai medesimi dopo aver indossato la divisa”(Cass. Civile sez. III n. 11579 dd. 19.05.2009). Questa sentenza ha confermato quanto aveva deciso un Giudice di Pace di Bari.

RISARCIMENTO E PREVENZIONE

Quanto devono risarcire le palestre se avvengono dei furti al loro interno? Secondo quanto previsto dall’articolo 1783 del codice civile, fino a 100 volte il prezzo di un ingresso giornaliero.

Infine, l’articolo 1785 quater del codice civile stabilisce che sono nulli i patti o le dichiarazioni tendenti a escludere o a limitare preventivamente la responsabilità del gestore.

È vero che le palestre devono risarcire, però non è mai bello essere vittime di furti. Pertanto, vi suggeriamo di utilizzare dei lucchetti. Se cliccate qui, potete dare un’occhiata ai nostri. Oppure, potete venire nel nostro negozio. Vendiamo quelli della Abloy, della Abus e della Viro.

 

Articolo correlato: I furti in spiaggia

 

 

Massimiliano Priore

Massimiliano Priore

Leave a Replay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Potresti essere la prima persona. Inviaci il tuo indirizzo mail per ricevere aggiornamenti sui prodotti e nostri servizi